sabato 30 maggio 2015

ADDIO BRUNO, IL PETISSO



Il petisso ci ha lasciato. In ricordo di una Coppa Italia e una Coppa delle Coppe. Arrivò con il Napoli anche in semifinale con l'Anderlecht , anche lì giocarono sporco. Gli arbitri di quella partita indirizzarono il risultato per eliminazione del Napoli, come con il Dnipro.
E' deceduto il 29 maggio 2015 all'età di 89 anni.
ADDIO PETISSO 

ADDIO BRUNO PESAOLA , napoletano nato per caso in Argentina.

mercoledì 27 maggio 2015

NAPOLI - LAZIO, ULTIMA




 
Abbiamo le formazioni del Napoli. Di sicuro l'allenatore è BENITEZ  e lo associamo al ebook Un anno un giorno. Anche perché un giorno di questi ci lascerà. COMPRALO
ANDUJAR 
portiere... speriamo che para!
( Vogliamo che voli e non prendi farfalle)
gli assegneremo PRIMA CHE COMINCI IL GIORNO BUY BUY 

                  MAGGIO  ( non è sempre estate. Qualche volta va qualche volta si riposa. Comunque un fedelissimo)                                      GHOULAM     ( ragazzo spaurito , quasi a disagio con un sorriso spento)                       
             ALBIOL (speriamo che si faccia la barba)
      KOULIBALY   ( con la speranza che non combini guai)

     DAVID LOPEZ   (non vogliamo che sgrani gli occhi come se fosse impaurito)
                                                                           
    INLER  ( D'osta a mascella e sgrana e riende :nb indurisci la mascella e mostra la dentatura sgranata
               
 INSIGNE qualche volta perde la concentrazione, vedi il rigore sbagliato contro Buffon)                                                          CALLEJON  il puntero triste con la voglia di tornare in Spagna)
 HAMSIC     un vero capitano          
  HUGUAIN    e non te cazza sempre sign sign ( non ti innervosire sempre. pensa a segnare)
Gli diamo L'ORO DI CLEOPATRAcompralo Penso che con Cleo sarà felice.
Abbiamo dei dubbi di formazione, penso che per domenica sarà completo
HASTA LA VITA COMPAGNERO. VIVA NAPOLI SIEMPRE!

lunedì 25 maggio 2015

GUERRA E PACE


Anche Diego Armando Maradona amava girare di notte e partecipare a feste e festiccioleA' muina serve a guerre! (La confusione si trova nella  guerra). Solo DIEGO nel nome MARADONA poteva dormire per 80 minuti sul campo e in quei dieci minuti era capace di fare due goal. RICORDO   UDINENESE  2 NAPOLI 0 all'ottantesimo .Allora il dio del calcio si svegliò e la partita finì due a due. I nostri azzurri ultimamente si davano alla pazza gioia e non erano per niente...professionisti (n.b. il professionista è colui che prende 2 o tre milioni all'anno per dimostrare attaccamento alla maglia sudando, per correre e contrastare bene e fare goal) TANTO IO SO FORTE! Avranno pensato la maggior parte degli azzurri, ed invece  sono arrivati al punto di fare incazzare il Presidente che è un signore. INCATENALI! Ora c'è un'altra change vediamo se non divorano anche questa. EFFETTO BENITEZ? Eh, sì! Booommmm! LEGGI COMPRA sono in arrivo i Podemos forze politiche dal basso.Eredi degli indignos . Sarà però una sola stella a guidarli verso il cambiamento, 5 sarebbero state davvero troppe.



ADIOS COMPAGNARE HASTA LA VISTA SEMPRE E 
LEGGETE E COMPRATE
Sarà tempo di guerra o di pace? GUERRA quando il sole si oscura, PACE quando si sente il tuo respiro.

sabato 23 maggio 2015

LE FRECCE DELLE FERROVIE IN ARRIVO CON PENSIONI D'ORO E ARGENTO


Il buon samaritano Renzi sta mettendo a punto un sistema che permette di andare in pensione a 62 anni con una piccola decurtazione (con un risparmio di  circa trenta euro mensili, 360 annuali, 3600 decennali e per quelli che ci arrivano 8200 ventennali per le casse statali). Non ci siamo. Considerato le pensioni d'oro e d'argento che ci sono in giro. Il vitalizio è mio e me lo tengo stretto, anche se ho due o tre pensioni. Per questi nessuna decurtazione. Ultimamente hanno scoperto che le pensioni baby costano parecchio. Il danno prodotto non si è ancora estinto. Erano altri tempi ed altre situazioni. Come quando alla Fiat si guadagnava 400 mila lire al mese ed in ferrovia solo 250 mila lire al mese. Comunque, pur di non darci aumenti contrattuali, ci davano i bonus di viaggi gratuiti sull'intera rete. Poi sono arrivati gli Eurostar, Goldstar, Silverstar e lì si doveva pagare un pedaggio... 30 euro. Il biglietto per Milano da Napoli invece con i bonus costava a qualsiasi viaggiatore 20 euro. OTTIMO AFFARE. E' arrivato ITALO ,  ovvero la concorrenza, e con Italo le promozioni fioccavano ed il biglietto per Milano arrivava a costare solo dieci euro. I ferrovieri, targati FS continuavano a pagare 30 euro. Da ricordare che invece di darci soldi ci offrivano questo servizio che con il passar del tempo ne limitava se non annullava l'efficienza. Non siamo a conoscenza se anche le pensioni d'oro sono state toccate. Voi mi direte: l'oro non può diventare rame. E le pensioni d'oro restistono ad ogni turbamento. SI DOVREBBE FARE COSI'. Tu mandaci in pensione con le decurtazioni ma a partire dalla data in cui io sarei andato in pensione mi pagherai  la pensione senza decurtazione. NON TUTTI CAMPANO FINO A 90 ANNI.  
BUY 
ADIOS COMPAGNERO. HASTA LA VISTA SEMPRE GONZALO








domenica 17 maggio 2015

NON ABBIAMO NIENTE DA PERDERE...anche perchè

Ormai non abbiamo niente da perdere, anche perché quello che avevamo in mente s' è incenerita strada facendo. Dovevamo conquistare la Europa Liga quasi fosse una passeggiata per le strade di Napoli. Qualcuno ci ha tradito: la sorte, gli arbitri e Hugain. A lui non ne facciamo colpa. E' andata così. Potremmo arrivare al terzo posto ma di mezzo c'è la Rubentus che, come tanti altri, combatterà contro di noi come se fosse la finale di Champion. Conquistare un punto a Torino sarebbe un impresa. Speriamo in meglio anche qualche goal in fuorigioco. A Napoli non c'è niente forse solo il San Paolo per giocare. Non ci sono strutture, non c'è comunicazione, non c'è programmazione . C'è il Presidente che è bravo ed ha grossi meriti ma ha toppato. Questo ci conforta. Bisogna ripartire di nuovo. Cambiare il centrocampo, rifondare dalle fondamento tutta la difesa. Ma ci vorrà tempo. Avremmo ancora un paio d'anni traballanti fino a che non verrà Conte, fino a che non avremo una struttura degna di questa città- Edu Vargas mi ricorda tanto quel brasiliano della yuve che fu smammato . I flop del mercato sono tanti e così si perdono soldi. Sarà addio con Benitez? Avremo una stessa sceneggiata alla Mazarri che fino alla fine non si sapeva chi diavolo doveva essere il nuovo allenatore. Certo che molti allenatori quando lasciano Napoli si bruciano strada facendo. Cercano l'Inter, il Chelsea ...non sapendo che il capolinea è qui. Vedi PEPE REINA, il quale in attesa di venire a Napoli si sta leggendo Donne Cortigiane e Principesse 
COMPRAMI



E poi c'è il Vesuvio che ci farà diventare eterni
UN SALUTO particolare a tutti i miei lettori. Cinque dieci o centomila?

sabato 2 maggio 2015

UN GIORNO DI FESTA CON BIANCA BALTI

BIANCA COME LA LUNA E ROSSA COME IL SOLE?


Il primo maggio sono stato a Benevento, per i romani l'antica Malaventum . Poi il vento è cambiato ed è stato un bene avere questo nome. Non siamo a conoscenza se MESSALINA  sia stata lì. Consultare
ebook Donne-cortigiane-regine 
 La stazione era deserta, Pochi treni e poca gente, nonostante la giornata di festa. Mentre in un parte di Milano c'era l'inferno. Incendi, bombe, blocchi, tumulti. E' stata una fortuna a non avere alcuna vittima. Almeno questo ci conforta. Il Premier Renzi stava all' EXPO a fare gli onori di casa. Lì  c'era un movimento consistente di persone, uomini e mezzi. Nella stazione solo il rumore dei miei passi.   Una solitudine che ti deprime e ti fa sentire ancora più solo. Sono uscito dalla stazione e mi sono incamminato verso il centro della città. Sono arrivato al Duomo. naturalmente chiuso. Ho preso la via laterale del Duomo verso l'area archeologica. Bella le antiche vestigi romane. Faceva caldo. Meglio tornare alla stazione e lì chi incontro? Lei: Bianca Balti. Come fosse lì, non me lo so spiegare. " Sa per caso se c'è un treno per Roma?", chiede, avvicinandosi. Poi mi sorride e precisa. " Lo so per lei è imbarazzante ma  io non sono Bianca Balti. Sono una modella come lei ma vengo dai monti del Casertano". Non aspetta risposta e si allontana. Un comportamento un po' strano e distaccato. BIANCA BALTI  , donna con il  nome e cognome stessa consonante. Come Brigitte Bardot, Claudia Cardinale. E ' nella doppia consonante che è scritto il successo. Consultare ebook Un anno un giorno, lì quest caratteristiche di fortune e sfortune sui nomi doppi o tripli è bene specificata compra un anno un giorno 
Nonostante questo lei era lì. Il cartellone pubblicitaria la mostra in tutta la sua bellezza. Bisognerà che un giorno la intervisti. Poi un suono. Il fischio del treno. C'è. E' lì . BISOGNA PARTIRE. BISOGNA TORNARE A CASA.
ADIOS COMPAGNERO HASTA LA VIDA SEMPRE.
BENEVENTO 1 MAGGIO ORE 13. 43 ANNO 2015